Il  vescovo dirupato


Quando malvito era sede di vescovado i malvitani erano insofferenti della dominazione clericale soprattutto durante il vescovato di  Abbundazio. Approfittando del fatto che Abbundazio si era recato a Cetraro per i bagni, un certo Tripicchio istiga i malvitani che catturarono il vescovo , lo legano , lo rinchiudono in una botte e lo precipitano dalle coste di Cetraro. Luogo che da questo episodio prese il nome di  Malvitani. Il vescovo chissÓ come si salv˛ e presentatosi al papa ottenne l'interdetto contro Malvito e il trasferimento della diocesi a S. Marco Argentano. Successivamente il papa, Leone X (1513-1521) scomunic˛ Malvito ed emise una bolla per trasferire la diocesi:…..quod olim majores vestri…..sunt anni jam decursi 160 vel circa. Decanus ecclesiae, et nonnulli cives et incolae ipsius terrae, spirito diabolico instigati, eorundem episcopo dolose fecerunt convivia ad litora oppidi Cetrarii, ubi functum Episcopalibus in dolium incluserunt, et animo intermedi projecerunt in mare: qui jam divino munere infra naturalem diem ad oram Tyberis quassatus pervenit, et a piscatoribus reclusus (repertus?) vivens, evasit periculum; delatusque ad Summum Pontificium Suae Ecclesiae ex eodem oppido Malviti ad civitatem Sancti Marci translataer eintegratus, dormit in Domino.

Leggende